Archivio Storico Barilla

logo_barilla.png

Via Mantova, 166
43100 Parma

Tel. 0521 262944 / 3053

http://www.barillagroup.it archiviostorico@barilla.it

Apertura al pubblico
Attualmente non agibile per lavori di riordino

Ingresso
Gratuito

Visite guidate
Su prenotazione

Servizi aggiuntivi
Didattica, biblioteca, bookshop; disponibilità fotocopie, riproduzioni fotografiche, copie video, assistenza tesi di laurea; accesso per i disabili

Come arrivare
In auto: Autostrada A1 Milano-Bologna, uscita Parma, prendere tangenziale direzione Reggio Emilia uscita 2 Via Mantova e seguire le indicazioni “Barilla”. In treno: Stazione FS di Parma, autobus urbano linea 21 direzione Sorbolo, fermata all’interno dello stabilimento Barilla.

Informazioni


Pasta, sughi, prodotti da forno

Roberto Pagliari

Barilla

1987

1877

Itinerari

News

Accademia Barilla. L’italiano in cucina

L’italiano in cucina. Per un vocabolario storico della lingua della gastronomia, è frutto dellla collaborazione fra l’Accademia della Crusca e Academia Barilla.

Nell’Archivio Storico sono custodite le testimonianze della vita, dei progetti, delle scelte, delle strategie, dei prodotti, degli uomini che hanno operato nella Barilla. Non si tratta, evidentemente, di un “cimitero dei ricordi”, ma di un Archivio vivo, costantemente alimentato e aggiornato, promotore di iniziative editoriali e culturali tese a valorizzare e divulgare i documenti e le memorie in esso conservate, con la coscienza che le azioni di oggi saranno storia domani e potranno tornare a “parlare” se solo qualcuno avrà il desiderio e la volontà di “leggerle”.
La ricchezza quantitativa e tipologica del patrimonio conservato presso l’Archivio Storico Barilla, ci consente di gettare uno sguardo su un ampio spaccato della società italiana permettendoci di ripercorrere mode, stili, atteggiamenti, abitudini ed emozioni di un’Italia in costante evoluzione.  Al suo interno sono infatti conservati i Fondi Barilla, Mulino Bianco, Pavesi, Voiello e una ampia gamma di materiale storico e contemporaneo  (Fototeca, Confezioni, Spot Tv, ecc.) che contribuiscono a raccontare l’evoluzione della società italiana. Per questa ragione il 30 Novembre 1999 il Ministero dei Beni Culturali tramite la Sovrintendenza Archivistica dell’Emilia Romagna ha dichiarato l’Archivio Storico Barilla di notevole interesse storico.

Descrizione

L'Archivio Storico è nato nel 1987 per iniziativa del Presidente Pietro Barilla, con l'obiettivo di raccogliere, conservare e valorizzare la documentazione storica prodotta dall'azienda a partire dal 1877, e dai marchi entrati via via a far parte del Gruppo: Mulino Bianco, Pavesi, Voiello. L’Archivio è oggi collocato presso il quartiere generale di Pedrignano, presso Parma. Il 30 novembre 1999, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, tramite il Sovrintendente agli Archivi per l'Emilia Romagna, ha dichiarato l'Archivio Storico Barilla di notevole interesse storico, perché testimone dello sviluppo dell'industria alimentare e dell'evolversi del costume in Italia.

Attività

L’Archivio svolge attività di ricerca e studio, conferenze a tema e workshop dedicati ai diversi aspetti della storia aziendale. Collabora inoltre con istituzioni nazionali e internazionali per promuovere la cultura gastronomica italiana nel mondo attraverso pubblicazioni, video, mostre itineranti e progetti online.

Collezione

L’Archivio ospita circa 45.000 pezzi divisi per settore che ripercorrono la storia, l'attività economica, la strategia comunicativa e pubblicitaria dei marchi del Gruppo Barilla. Di particolare interesse la sezione pubblicità e grafica che raccoglie oltre 150 manifesti dagli anni ’20 ad oggi, oggetti promozionali, pubblicità radiofoniche e filmati pubblicitari a partire dagli anni Cinquanta del Novecento di Barilla, Mulino Bianco, Pavesi e Voiello con registi o protagonisti di tutto rilievo: da Lele Luzzati a Giorgio Albertazzi a Dario Fo, a Mina, a Fellini, a Michalkov a Paul Newman, a Wenders a David Lynch, a Tornatore.
La fototeca, con migliaia di immagini dell’azienda dal 1913 ad oggi permette di ricostruire il carattere di impresa familiare che ancora oggi la caratterizza: da Ovidius, fornaio nel XVI secolo a Guido Barilla, attuale Presidente della Società. Academia Barilla ha inoltre acquisito una straordinaria raccolta di menu storici dall’Ottocento ad oggi. La Biblioteca gastronomica oggi conta oltre 11.000 volumi.

Bibliografia

Giancarlo Gonizzi (a cura di), 125 anni di pubblicità e comunicazione, 3 volumi, Milano, Pizzi, 2002, con bibliografia completa
Giancarlo Gonizzi (a cura di), L'Italia dei Pavesini. Cinquant'anni di pubblicità e comunicazione Pavesi, Milano, Pizzi, 1997
Giancarlo Gonizzi, “L'Archivio Storico Barilla”, in Archivi e Imprese, 11/12, 1995, pp. 210-217
Giancarlo Gonizzi e Albino Ivardi Ganapini (a cura di), Barilla.100 anni di pubblicità e comunicazione, Milano, Pizzi, 1994