Archivio Storico Cartiere Miliani Fabriano

logo_istocarta_istituto

Viale Pietro Miliani, 31/33
600444 Fabriano (Ancona)

Tel. 0732 702502

http://istocarta.it/ info@istocarta.it

Apertura al pubblico
Su appuntamento solo per attività di ricerca

Ingresso
Gratuito

Visite guidate
Su appuntamento anche in lingua inglese

Servizi aggiuntivi
Biblioteca specialistica cartaria; Fototeca Digitale dal 1871 e Corpus Chartarum FABRIANO (presto disponibile suwww.istocarta.it)

Come arrivare
Autostrada A14 Bologna - Taranto Autostrada A14 uscita Ancona Nord, seguire SS76 per Roma, uscita Fabriano Est.
Autostrada A1 Milano - Napoli /E35 seguire le indicazione A1/Firenze/E35/E45, uscire a Orte per E45, uscire ad SS3bis Perugia/Cesena, prendere lo svincolo Fano /Roma entrare in SS75, imboccare SS3 verso Nocera Umbra/Fano, prendere lo svincolo SS318 , continuare SS76, uscire a Fabriano Ovest.

Informazioni


Carta

Livia Faggioni, Coordinatrice

ISTOCARTA

Archivio Cartiere Miliani 1900 ca.

2.300 m²

Cartiere Miliani 1782
Istituto di Storia della Carta “Gianfranco Fedrigoni” (ISTOCARTA) 2011

News

Fabriano, città della carta

L’Associazione Internazionale degli Storici della Carta, IPH International Paper Historians,  sceglie Fabriano

L’Archivio Storico delle Cartiere Miliani Fabriano è il 1° Archivio d’Impresa in Italia riconosciuto di notevole interesse storico il 20 luglio 1964. Una fonte per la storia della carta. Un patrimonio storico cartario unico nel suo genere al mondo dal 1782: documenti, fototeca, “filigrane”, “forme per carta a mano”, “tele”, “punzoni” commissionate da Banche Nazionali ed Internazionali ed aziende storiche del Made in Italy (FIAT, Liquore Strega, Fernet Branca, Stabilimento Ricordi, ecc.).

Descrizione

L’Istituto di Storia della Carta “Gianfranco Fedrigoni” (ISTOCARTA), dedicato ad uno dei più tenaci ed illuminati imprenditori del comparto cartario italiano ed internazionale, Gianfranco Fedrigoni, nasce a Fabriano - “città della carta” per antonomasia - per iniziativa della fondatrice Fedrigoni S.p.A., gruppo di proprietà familiare, che da cinque generazioni si dedica alla carta con passione e competenza ed acquisisce nel 2002 le storiche Cartiere Miliani Fabriano ed il suo prezioso patrimonio cartario. ISTOCARTA tutela e gestisce l'Archivio delle Cartiere Miliani Fabriano e tutto il patrimonio storico cartario ad esso collegato.

Attività

L’Istituto di Storia della Carta “Gianfranco Fedrigoni” (ISTOCARTA), che non ha fini di lucro, ha lo scopo di contribuire alla promozione degli studi di storia della carta e delle discipline connesse e promuovere lo sviluppo e la divulgazione delle scienze cartarie.
In particolare quindi intende pubblicare i risultati delle ricerche per arricchire la storiografia cartaria; organizzare convegni seminari, incontri su temi e questioni di storia della carta, coinvolgendo studiosi e storici italiani e stranieri; mantenere contatti e scambi culturali con istituti universitari, accademie, musei, biblioteche, archivi storici pubblici e privati e con i singoli studiosi e ricercatori; tutelare i beni storici, archeologici e archivistici dell'industria cartaria e la tradizione delle tecniche medioevali per la fabbricazione della carta; svolgere attività museale di conservazione, manutenzione e fruizione dei beni archivistici e librari, dei reperti archeologici, dei beni storici cartai delle Cartiere Miliani Fabriano di proprietà della Fedrigoni S.p.A.

Collezione

Le fonti documentarie, datate dal 1782 (anno di fondazione delle Cartiere Miliani), sono ordinate ed inventariate e ad esse si aggregano la raccolta di filigrane formata nel 1946 dal consigliere delegato delle Cartiere Miliani, Luigi Tosti duca di Valminuta, ricca di oltre 1.500 esemplari; la fototeca, con più di 1.200 fotografie, testimonianza del patrimonio archeologico industriale, architettonico, paesaggistico e degli aspetti identitari della società e della cultura cartaria dal 1871; la biblioteca con 2.300 libri.
Nel 2016, ISTOCARTA ha acquisito la collezione delle 2.213 “carte antiche fabrianesi” raccoltedal filigranologo Augusto Zonghi (1840-1916) datate dal 1267 al 1798, tanto ambita dagli studiosi della carta in tutto il mondo. Inviata all’Esposizione Universale Internazionale di Parigi del 1900 e definita in quella sede “unica al mondo” dalla Commissione Giudicatrice, valido riferimento per la ricerca e gli studi di storia della carta e della filigranologia, una delle più importanti d’Europa. Ad accrescere il valore del patrimonio archivistico e librario, oltre 2.000 m2 di Beni Storici Cartari (BSC), una serie di strumenti e macchinari di rilevante importanza per la fabbricazione delle carte filigranate (302 ballerini, 1.061 tele, 2.295 forme filigranatrici, oltre 6.000 punzoni, ecc.), parte dei quali depositati con contratto di comodato d’uso presso i Musei della Carta e della Filigrana di Fabriano e di Pioraco.

Bibliografia

L’Archivio Storico delle Cartiere Miliani di Fabriano, rist. anast., Fabriano 2014 pp. 32
G. Castagnari (a cura di), LA FORMA. Formisti e cartai nella storia della carta occidentale, Fabriano 2016, pp. 590.
G. Castagnari (a cura di), L’impiego delle Tecniche e dell’Opera dei Cartai Fabrianesi in Italia e in Europa, Fabriano 2007, pp. 530.
G. Castagnari (a cura di), L’opera dei Fratelli Zonghi - L’Era del segno della Storia della Carta, Fabriano 2003, pp. 36.
A. F. Gasparinetti (a cura di), Pietro Miliani Fabbricante di Carta, Fabriano 1963, pp.233.