MUMAC-Museo della macchina per caffé di Gruppo...

logo_mumac

Via Neruda, 2
20082 Binasco (MI)

museo: 02 90049373 - uff. stampa: 010 2725048

http://www.mumac.it Ufficio stampa: j.pedemonte@barabino.it - l.schelotto@barabino.it

Apertura al pubblico
Lunedi chiuso, da martedì a venerdì su prenotazione (mumac@gruppocimbali.com) dalle 10 alle 13 e dalle 14:30 alle 17. Sabato chiuso. Domenica dalle 14 alle 17:30. Calendario Eventi

Ingresso
Gratuito senza visita guidata; visite guidate a pagamento per gruppi, su richiesta anche in lingua inglese

Visite guidate
Su richiesta anche in lingua inglese

Servizi aggiuntivi
Archivio con 15.000 documenti digitalizzati e ordinati secondo gli specifici criteri della disciplina di settore.
Caffetteria - Sala degustazione sensoriale - Sala training - Sala meeting - Location per eventi – Academy per professionisti e appassionati – Laboratori per bambini e ragazzi

Come arrivare
In auto. Autostrada A7 Milano Genova, uscita Binasco, seguire le indicazioni per Pavia - Binasco, Museo Mumac.

Informazioni


Macchine per caffè

Gruppo Cimbali

2012

1.790 m²

1912

Itinerari

News

Apertura della MUMAC Library

Per l’inaugurazione del 12 dicembre MUMAC rinnova l’esposizione museale e organizza uno spettacolo teatrale aperto gratuitamente al pubblico.

Visita guidata gratuita al MUMAC

MUMAC Museo della macchina per caffè di Binasco (MI) presenta i nuovi modelli acquisiti dal museo. Domenica 11 settembre ore 15.30.

Prossima fermata: Kartellmuseo e MUMAC

Nell’ambito del progetto “Le Vie del Compasso d’Oro”, nasce l’itinerario di “Prossima fermata: Kartellmuseo e MUMAC, Museo della Macchina per Caffè”.

Cafè Concerto al MUMAC

Uno spettacolo musicale al Museo della Macchina per Caffè, giovedì 28 aprile alle 21.15

Kaffeekantate – Cantata del Caffè

Venerdì 8 maggio alle 21.00 il MUMAC apre il proprio ciclo di iniziative per EXPO 2015 con l’esecuzione, all’interno del museo, del concerto

Dark as chocolate

Un viaggio a lume di candela sospeso tra cioccolato e caffè. Anche quest’anno MUMAC aderisce a “M’illumino di meno“, l’evento per il risparmio

Una domenica dedicata al gusto

Domenica 7 settembre MUMAC – Museo della macchina per caffè inaugura la stagione dopo la pausa estiva con la prima apertura straordinaria

Com’eravamo

Inaugurazione mostra temporanea “Com’eravamo”, una collaborazione tra MUMAC Museo della macchina per caffè e con Fondazione Piaggio

La canzone del caffè al MUMAC

Domenica 9 marzo apertura straordinaria al MUMAC Museo della Macchina per caffè in occasione del laboratorio La canzone del caffè, dedicato ai bambini

Pitagora: il design dell’eccellenza

Il 26 settembre il MUMAC – Museo della macchina per caffè del Gruppo Cimbali organizza un evento dedicato all’eccellenza italiana, in collaborazione con la

Enrico Maltoni racconta il MUMAC

A metà Ottobre 2012 ha inaugurato il MUMAC, il Museo della macchina per caffè, realizzato in occasione dei primi cento anni del gruppo

Descrizione

MUMAC è il museo delle macchine per caffè espresso tra i più articolati e completi al mondo. Allestito in un’area riqualificata della storica sede del Gruppo Cimbali a Binasco, il MUMAC vuole essere un vero e proprio tributo a un settore così tipicamente made in Italy quale è quello delle macchine per caffè espresso.
La storia di queste macchine si dispiega lungo un intero secolo, quel ‘900 ricco di eventi storici epocali, in cui esse si dimostrano, via via, sempre al passo con i tempi, sia dal punto di vista del progresso tecnologico, che dello sviluppo industriale e dei mutamenti culturali e di costume.
Il percorso espositivo del MUMAC si configura infatti come un viaggio attraverso le epoche. Sei sale espositive dove ognuna corrisponde a un intervallo temporale caratterizzato da pannelli introduttivi relativi al periodo storico, e arricchita da foto, musica, cartelloni pubblicitari dell’epoca e oggetti caratteristici. Queste sale accolgono una delle più grandi collezioni di macchine per caffè espresso oggi esistenti, la Collezione Maltoni. Le macchine esposte, danno forma ad un itinerario articolato e complesso. Infine, gli schermi touch screen, presenti al museo in ciascuna sala, invitano all’interattività e offrono il giusto approfondimento ai visitatori più attenti al dettaglio documentaristico e sensibili ai racconti sullo spaccato industriale.