Poli Museo della Grappa

logo_poli museo della grappa

Sede di Bassano del Grappa
Via Gamba, 6 (Ponte Vecchio)
36061 Bassano del Grappa (VI)

Sede di Schiavon
Via Marconi, 36
36060 Schiavon (VI)

Tel. 0424 524426 / 0444 665775

http://www.grappa.com info@grappa.com

Apertura al pubblico
Sede di Bassano del Grappa: tutti i giorni ore 09.00 - 19.30. Chiuso a Natale, 1 gennaio e Pasqua

Sede di Schiavon: lunedì - sabato ore 08.30–13.00 / 14.00–19.00

Ingresso
Ingresso libero ma visite guidate diverse:
BASSANO
La tariffa per una visita con degustazione di 5 prodotti è di € 2,00 a persona.
La degustazione si può completare con 2 abbinamenti prenotando in anticipo:
- Dolce: con la tipica torta “Fregolotta” e con cioccolatini ripieni alla Grappa. La tariffa è di € 5,00 a persona.
- Salato: con paninetti e stuzzichini. La tariffa è di € 7,00 a persona.

SCHIAVON
Degustazione guidata su richiesta

Visite guidate
Visite auto-guidate

Servizi aggiuntivi
Proiezione video in 8 lingue (Italiano, inglese, francese, tedesco, russo, spagnolo, giapponese, portoghese)
Possibilità di assaggiare gratuitamente e acquistare i prodotti delle Poli Distillerie
A Schiavon è possibile visitare, previa prenotazione, i reparti produttivi della adiacente Distilleria

Come arrivare
http://bit.ly/18y62Ps

Informazioni


Bevande alcoliche

Jacopo e Cristina Poli

Franco Barbon

Poli

1993

Sede di Bassano del Grappa 160 mq; sede di Schiavon 1000 mq

1898

News

Fabbriche Aperte 2014

Anche quest’anno Poli Distillerie aderisce a Fabbriche Aperte, un progetto ideato dalla Camera di Commercio di Vicenza per scoprire il saper fare vicentino.

Grappa. Spirito italiano

In anteprima, il 29 marzo, Jacopo Poli, curatore del Poli Museo della Grappa, presenta a Bassano del Grappa il libro Grappa. Spirito italiano.

La famiglia Poli nel 1993, a seguito di una lunga e appassionata ricerca, ha inaugurato il Poli Museo della Grappa a Bassano del Grappa. Il Museo sorge nel cuore di questa affascinante città, di fronte al Ponte Vecchio e si compone di 5 suggestive sale dove è possibile ripercorrere la storia della distillazione dagli alchimisti intenti a scoprire l’elixir della vita fino ai giorni nostri.

Visto il notevole interesse da parte dei visitatori, nel 2011 Jacopo Poli ha aperto una seconda sede del Poli Museo della Grappa a Schiavon con il proposito di creare un ulteriore punto di riferimento per la diffusione della cultura del più rinomato distillato Italiano. L’edificio che lo ospita, situato accanto alla Distilleria, è uno dei più antichi del paese.

Descrizione

Sede di Bassano del Grappa
Il Museo si compone di cinque sale. Nella prima sala, grazie a ricostruzioni di apparecchi distillatori e all'esposizione di documenti a stampa si possono ripercorrere le origini e l'evoluzione dell'arte della distillazione nel tempo: dagli alchimisti intenti a scoprire l'elixir di lunga vita, ai medici rinascimentali che distillavano erbe e fiori per fini farmaceutici, agli acquavitai veneziani che nel 1600 producevano acqueviti per uso voluttuario.
Nella seconda sala, per mezzo di illustrazioni, alambicchi e strumenti per la produzione della Grappa, sono descritte le sue origini, le caratteristiche della materia prima - la vinaccia, i diversi metodi di distillazione ed i motivi che rendono questo distillato italiano un prodotto unico al mondo.
Nella terza sala si può vedere un video sulla produzione della Grappa e nella quarta sala è esposta la più ampia e completa collezione di Grappe mignon conosciute in Italia.
L’esposizione è completata da una collezione di bottiglie di rare Grappe d'epoca risalenti alla prima metà del Novecento. Trovano inoltre spazio gli "Olfattometri", due speciali apparecchi che permettono ai visitatori di annusare venti distillati differenti e di indicarne i principali descrittori olfattivi in una scheda da consegnare al personale del Museo. Anche i meno esperti possono provare, tramite questo strumento, a riconoscere le principali caratteristiche aromatiche di ogni prodotto. Ai migliori viene omaggiato un assaggio del distillato preferito. Nella quinta sala si trova uno show room dove si possono assaggiare e acquistare i prodotti delle Distillerie Poli. I proventi della vendita sono destinati ad approfondire la ricerca storica sull'arte della distillazione e sulle origini della Grappa.

Sede di Schiavon
Il Poli Museo della Grappa di Schiavon si articola su due piani e occupa una superficie di circa 1.000 mq; la visita è autoguidata; le descrizioni degli oggetti e le didascalie sono in italiano e in inglese.
Il percorso è diviso in 6 aree tematiche.
La prima area è dedicata a “Le Origini della Distillazione”: grazie a ricostruzioni di antichi alambicchi si può ripercorrere l'evoluzione dell'arte della distillazione nel tempo. Un pannello cronologico indica i principali studiosi che dall’anno Mille alla fine dell’800 si sono occupati di distillazione, mentre un altro pannello indica le circa 300 acquaviti che vengono prodotte da diverse materie prime nei vari paesi del mondo.
La seconda area è riservata a “Gli Impianti di Distillazione”: diversi alambicchi per la produzione della Grappa - ‘a fuoco diretto’, a ‘bagnomaria’ e a ‘vapore fluente’ - permettono di comprendere le caratteristiche dei metodi artigianali e industriali per la distillazione della vinaccia.
La terza area approfondisce la conoscenza de “La Vinaccia”: alcuni pannelli contornano un ‘Alambicco Mobile’ con caldaiette a vapore e descrivono le caratteristiche della materia prima da cui si ricava la Grappa, la vinaccia, ossia la buccia dell’uva.
La quarta area è dedicata alla famiglia Poli che alla Grappa si dedica con passione e amore fin dal 1898 e da cui ha sempre ricevuto grandi soddisfazioni.
La quinta area racconta “La Grappa”: vengono illustrate le caratteristiche che rendono questo distillato italiano un prodotto unico al mondo, le regioni dove viene prodotta nonché gli aromi che vi si possono riconoscere. Vi è esposta inoltre una importante collezione di circa 2.000 bottiglie di Grappe prodotte dagli anni ’30 fino agli anni '80 e provenienti da quasi 400 distillerie, molte delle quali oggi scomparse.
Nella sesta area è esposta una piccola selezione de “La Biblioteca” di circa 1.600 libri conservati al Museo della Grappa di Bassano riguardanti la storia della Grappa e della Distillazione. Vengono inoltre approfonditi i temi dell’invecchiamento in legno, della aromatizzazione e delle modalità di consumo. Si può infine vedere un video sulla produzione della Grappa.
Alla fine del percorso si possono assaggiare e acquistare i prodotti delle Poli Distillerie. I proventi della vendita sono destinati ad approfondire la ricerca storica sull'arte della distillazione e sulle origini della Grappa.

Attività

Sede di Bassano del Grappa
Vicino a Venezia, ai piedi del Monte Grappa, sorge l'affascinante città di Bassano del Grappa, la "capitale" del più italiano dei distillati. Nel cuore della città, di fronte allo storico Ponte Vecchio, nell’antico Palazzo delle Teste, è ubicato il Poli Museo della Grappa.
Il Poli Museo della Grappa, frutto di una lunga ed appassionata ricerca, è un atto di riconoscenza delle Distillerie Poli nei confronti della Grappa. In uno spazio raccolto e suggestivo, vengono presentate con eleganza ed efficacia la storia della distillazione e la storia della Grappa attraverso un percorso didattico breve ma esauriente. La visita è autoguidata; le descrizioni degli oggetti e le didascalie sono in italiano e in inglese. La sede del Museo a Bassano del Grappa si presta ad accogliere piccoli gruppi. In caso di gruppi numerosi (più di 50 persone) consigliamo la visita alla sede del Poli Museo della Grappa a Schiavon, a 12 km da Bassano del Grappa.

Sede di Schiavon
La seconda sede del Poli Museo della Grappa si trova a Schiavon, piccolo paese di mille anime situato ai piedi della pedemontana Veneta, lungo la strada che da Vicenza porta a Bassano del Grappa.
La famiglia Poli, che a Schiavon produce Grappa fin dal 1898, ha voluto adibire uno dei più antichi edifici del paese, adiacente la sede della Distilleria, a spazio espositivo per la valorizzazione del più importante distillato italiano. Il percorso didattico-informativo del Poli Museo della Grappa di Schiavon completa quello iniziato nel 1993 con l’apertura della prima sede del Poli Museo della Grappa, situata di fronte al Ponte Vecchio di Bassano del Grappa. La sede del Poli Museo della Grappa di Schiavon offre parcheggio, servizi e spazi adeguati anche a gruppi numerosi. È inoltre possibile visitare, previa prenotazione, i reparti produttivi della adiacente Distilleria.

Collezione

La Biblioteca
Il nucleo principale da cui ha avuto origine il Museo è costituito da una raccolta di circa 3.000 volumi antichi e moderni riguardanti la Grappa e l'arte della distillazione. Fra le opere più importanti merita di essere citato il "Liber de arte distillandi" di Hieronymus Brunschwigh dell'8 maggio 1500, primo testo stampato su questo argomento.

La Grappoteca
Il Museo della Grappa ospita la più ampia collezione di Grappe conosciuta in Italia. Nella sede di Bassano del Grappa si possono vedere circa 1.500 bottiglie mignon provenienti da circa 350 distillerie, mentre a Schiavon sono esposte circa 2.000 bottiglie di Grappe in bottiglia normale prodotte dagli anni '30 fino agli anni '80 e provenienti da 450 aziende, molte delle quali oggi scomparse.